Il lago è situato poco lontano dal centro abitato del Comune di Monterosi ed occupa un cratere avventizio dei Monti Sabini; sulle sue rive avvenne lo storico incontro tra Federico Barbarossa ed il Pontefice Adriano IV.  Il lago di Monterosi ricco di ninfee e piante acquatiche, la cui crescita è stata favorita dalla bassa profondità delle acque, è immerso in una cornice verdeggiante ricca di prati e pascoli. Da sempre frequentato da pescatori, il Comune di Monterosi ha ottenuto recentemente un finanziamento dal Ministero dell'Ambiente che prevede la sistemazione degli argini e la bonifica, interventi compatibili con l'ambiente e che permetteranno una migliore fruizione turistica.

 

ll nome del lago di Monterosi, Janula, risale probabilmente all'antichità, dal nome romano di Giano, Dio degli interessi; è situato al bivio tra la Cassia Cimina e Viterbese. Fu menzionato per la prima volta in una bolla di Papa Innocenzo III del 1203, come" piscaria in Janula".

Certamente risalente all'alto Medio Evo, la diceria che dalle profondità del lago Janula emerga saltuariamente un drago per annunciare eventi funesti, giunge ai nostri giorni con poche varianti. La particolare composizione chimica delle sue acque potrebbe ottimizzare la sopravvivenza di forme anfibie antidiluviane quali la specie "Ittiosaurus".

 

JoomBall - Cookies